Le parole della malattia

La settimana scorsa, nella mia pagina Facebook, ho pubblicato alcune risorse per riflettere sulle parole con cui parliamo del coronavirus, in particolare sulle metafore che stiamo utilizzando. La metafora della guerra sembra quella più diffusa: parliamo di combattere e di sconfiggere il virus, di lavoro in trincea, di battaglie, di…

Continue reading

La quarantena può essere un’occasione per ritrovarsi?

La quarantena può essere un’occasione per ritrovarsi? Ho letto che in Cina, ora che l’emergenza coronavirus sta fortunatamente rientrando, ci sarebbe un boom di separazioni e divorzi. Qualcuno ironizza che succederà anche qui, quando torneremo alla nostra vita normale. Personalmente sto riscontrando per lo più l’opposto. Moltissimi di coloro con…

Continue reading

Percorsi psicologici e psicoterapia online

  In queste settimane delicate sul fronte sanitario la psicoterapia online (tramite Skype, Hangout, Zoom, ecc.) è per me un alleato preziosissimo per riuscire a garantire la continuità del lavoro terapeutico con tutte le persone che seguo e per le nuove richieste, venendo incontro a chi, magari proprio a causa…

Continue reading

Contagi emotivi (e non)

Non volevo scrivere nulla a proposito del coronavirus, perché circolano già tutte le informazioni necessarie per minimizzare i rischi e ritengo che aumentare il “rumore di fondo” non sia utile a nessuno. C’è però un altro tipo di contagio che mi preoccupa di più, da cui forse nessuno è davvero…

Continue reading

Fragilità

Nell’ultima newsletter, che poi è la prima delle nuove “lettere” mensili che vi spedisco sul tema dell’amore e delle relazioni, ho nominato il mito del guaritore ferito. Il mito è piuttosto conosciuto: Chirone, saggio e benevolo centauro immortale, fu colpito per errore da una freccia di Eracle. Questa ferita inguaribile…

Continue reading

Frammenti di psicoterapia #12 – Reincontrarsi

“Mi spiace, non posso.” Così Ulisse aveva sempre liquidato la richiesta della sorella di partecipare in qualche modo alla cura della madre, anziana e ormai quasi del tutto allettata, colpita anni prima da una forma di demenza che lentamente l’aveva trasformata. Della donna vigorosa, irruenta e severa con cui Ulisse…

Continue reading